Confettura extra di Gelsi Neri

9

Confettura extra di Gelsi Neri

8,00

Quick description:

Dalle delizie della nostra terra una confettura che ricorda le marmellate fatte in casa dalle nostre madri.

Availability:

In Stock

Confronta
Description :

Dalle delizie della nostra terra una confettura che ricorda le marmellate fatte in casa dalle nostre madri.

Modalità di conservazione
Conservare in luogo fresco e asciutto. Conservare in frigo dopo l’apertura.

Shelf life
36 mesi

Peso Netto
250 gr

Additional Information :
Weight 0.500 kg

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Confettura extra di Gelsi Neri”

Tags: , , , .

More di gelso nero, zucchero, gelificante (pectina), correttore di acidità (acido citrico).
Black mulberry, sugar, gelling agent (pectin), acidity regulator (citric acid).

Allergeni - Allergens
Può contenere tracce di allergeni.
It may contain allergens.

You May Also like

1

Dragees alla mandorla e cioccolato

0 out of 5
5,00

Ogni morso di questi piccoli dolcetti è apertura verso i più disparati ed eccellenti gusti che ne costituiscono il ripieno. Si va dai classici e onnipresenti mandorla e pistacchio, fino alla nocciola, al caffè e all’uvetta.

6

Dragees nocciole e cioccolato

0 out of 5
5,00

Ogni morso di questi piccoli dolcetti è apertura verso i più disparati ed eccellenti gusti che ne costituiscono il ripieno. Si va dai classici e onnipresenti mandorla e pistacchio, fino alla nocciola, al caffè e all’uvetta.

5

Paste di Pistacchio

0 out of 5
7,00

Dolce simbolo delle zone etnee, il biscotto al pistacchio permette di assaporare l’essenza del verde frutto di un albero che resiste ai terreni più aspri e alle intemperie, e anzi in esse vive e prospera. Oltre che un dolce e morbido biscotto, il nostro prodotto è quindi una storia di Natura e una metafora del carattere più autentico del popolo siciliano.

16

Olivette di Sant’Agata al cioccolato

0 out of 5
5,00

Si racconta che mentre Agata, la Santa patrona della città di Catania, stava per essere condotta in carcere chiese ai soldati che la scortavano il consenso di allacciarsi un calzare. In quel preciso istante, laddove la giovane s’era fermata, miracolosamente spuntò una piccola pianta: un olivastro che col passare dei giorni diventò un alberello. Da qui la tradizione delle olivette (aliveddi) di semolato di zucchero e mandorle.

Sicilian Goodness | Cose Duci
X